MONETE TOP: scopri il valore e quali sono…

Se sei un appassionato di numismatica e vuoi collezionare monete moderne straniere o del Regno d’Italia, noi di  “Monete Top” possiamo aiutarti.  

Oltre alle “Monete Top” più rare e di maggior valore che ti illustreremo, possiamo indicarti anche quali sono le migliori monete d’oro di borsa o da  investimento. Oggi può essere davvero una buona idea investire sulle monete d’oro perché nel lungo periodo possono fruttare anche parecchio denaro. Si tratta inoltre  di un investimento più che sicuro per via del fatto che l’oro nel corso degli anni ha sempre regalato buone soddisfazioni.  Proteggi i tuoi risparmi e inizia a collezionare anche tu le tue monete in oro o argento. Da oggi la CONSULENZA NUMISMATICA per le tue monete rare o di valore la trovi sul web in modo EFFICACE, SICURO E DIRETTO.

CLICCA QUI sul tasto verde… E SCARICA L’ OMAGGIO CHE ABBIAMO PREPARATO PER TE.

MONETE TOP: scopri quali sono…

LA STERLINA ORO.

Sul dritto della moneta compare sempre il volto del sovrano. Sul retro della sterlina d’oro conosciuta anche come la  “Sovrana” vi è raffigurato in genere San Giorgio che combatte a cavallo il drago tranne alcuni casi in cui vi è raffigurato lo “stemma reale britannico”. 

La prima sterlina con questo peso e titolo di oro fu coniata nel 1817 e da quell’anno in poi ha circolato fino al 1931 cioè fino a quando la Gran Bretagna fu obbligata ad abbandonare il famoso sistema monetario conosciuto come “Gold Standard”. La Sovrana d’oro però ritornò ad essere nuovamente coniata dagli anni ’50 in poi per giungere fino ai giorni nostri dove viene considerata senza ombra di dubbio la moneta di borsa o da investimento per eccellenza.

Sterlina Oro: Caratteristiche e valore

Peso della moneta: 7,9881 g
Peso dell’oro: 7,3224 g
Diametro: 22,05 mm
Titolo: 22 carati (91,667%)

Valore Sterlina attuale*: € 270,oo circa

*Valore in base al suo contenuto di oro fino.      

Se vuoi collezionare monete moderne straniere o del Regno d’Italia, Noi di Monete Top.it POSSIAMO AIUTARTI.

IL MARENGO D’ORO.

Il primoMarengo” d’oro venne coniato nella zecca di Torino anche se molti studiosi ritengono che la moneta sia stata battuta anche nella zecca di Parigi. Questo perché da una relazione del ministro del tesoro italiano del 1902, si evince che Torino, essendo una zecca dipendente da quella di Parigi, non poteva coniare monete in oro e che quindi i pezzi da 20 franchi dell’ anno 9° e 10° della “Repubblica Subalpina”, furono coniati dapprima a Parigi ed inviati poi a Torino. Infatti su questa moneta manca, come riconoscimento, sia il “segno di zecca” che il simbolo del “maestro di zecca”. Questa cosa invece non è accaduta con la moneta in argento da 5 franchi dove troviamo anche il simbolo di un cuore (simbolo attribuito al maestro di zecca Vittorio Modesto Paroletti di Torino).

La moneta Marengo nasce e viene coniata per commemorare la vittoria di Napoleone sulle truppe austriache avvenuta il 14/06/1800, proprio a Marengo località in provincia di Alessandria.

Da questo momento in poi tutte le monete coniate con il diametro di 21 millimetri ed un peso di 6.45 grammi di oro a 900 millesimi prenderanno il nome di “MARENGO” sia in Italia che all’ estero. 

Marengo Oro: Caratteristiche e valore

Peso della moneta: 6,45 g
Peso dell’oro:  5,805 g
Diametro: 21,00 mm
Titolo:  21,6 carati (90,00 %)

Valore Marengo attuale*: € 210,oo circa 

*Valore in base al suo contenuto di oro fino.

4 DUCATI  AUSTRIA

Questa moneta fu coniata durante l’ impero austro-ungarico come multiplo del “Ducato d’oro”. Ebbe  un grande successo perché esteticamente bella, di grande modulo e prodotta con una lega in oro particolarmente pregiata.

Tale tipologia di monete  veniva usata  in particolare nei paesi slavi dove erano di frequente  “contromarcate” (.. cioè le banche di quella nazione apponevano  un simbolo sulle monete circolanti che ne garantiva l’ autenticità).  Spesso addirittura  erano utilizzate per abbellire collane o gioielli;  questo spiega il motivo per cui molti esemplari vengono trovati con fori o tracce di “montatura”.

Il particolare gradimento di queste monete ci fu sopprattutto da parte delle popolazioni zingare dell’ odierna Ungheria e Jugoslavia che usavano nasconderle  cucendosele addosso al loro abbigliamento .  Attualmente il  4 Ducati  “di Borsa”  viene  riconiato dalla zecca di Vienna con la data dell’ anno indicato corrispondente al 1915 anziché il suo anno effettivo di coniazione.

Esistono  degli esemplari  di “4 Ducati” particolarmente pregiati da un punto di vista numismatico. Ci riferiamo in particolare  alle annate del 1864 e 1865 che furono coniate dalla zecca di Venezia. Anni durante i quali  la città lagunare faceva ancora parte del regno Lombardo-Veneto.

4 Ducati Austria: Caratteristiche e valore

Peso della moneta: 13,96 g
Peso dell’oro:  13,77 g
Diametro: 39,00 mm
Titolo:  23,68 carati (98,6 %)

Valore 4 Ducati Austria attuale*: € 510,oo circa

*Valore in base al suo contenuto di oro fino.      

4 Ducati – 1864 – Venezia

Moneta rarissima coniata in appena 4463 esemplari. Ha una valutazione di mercato che parte da un valore di Euro 3000,oo in conservazione Mb fino ad arrivare ad oltre 10.000,oo Euro di valore per la conservazione Spl.

Nei cataloghi italiani non viene riportata la valutazione  per il tipo “Fdc” in quanto fino ad oggi non si conoscono  esemplari in perfetta conservazione.

4 Ducati – 1865 – Venezia

Moneta rarissima coniata in 10018 esemplari che seppur leggermente più comune dell’ annata 1864, ha attualmente una quotazione equiparabile  a quest’ ultima.  La valutazione del tipo “Fdc” non è riportata nei cataloghi in quanto estremamente rara da reperire sul mercato numismatico.

Vuoi sapere se la tua moneta di valore E’ AUTENTICA? Oggi puoi ricevere dal nostro esperto e perito Numismatico ben 2 “PERIZIE CERTIFICATE” OMAGGIO ? … e non solo.

20 DOLLARI SAINT GAUDENS

La moneta creata nel 1907 su modelli di Augustus Saint – Gaudens, viene considerata forse come la moneta più bella fra quelle cosiddette  “di borsa”. La moneta si presenta “al diritto” con una raffigurazione della “Libertà” che con la mano destra sorregge una fiaccola e con la sinistra avanza sostenendo un ramoscello di ulivo; mentre “al rovescio” troviamo raffigurata un’ aquila che in volo si libra sopra il sole nascente.

Questa moneta “TOP” fu coniata per la prima volta nel 1907 in sostituzione del vecchio modello  di moneta da 20 Dollari “tipo Liberty”.

Nel 1907 furono preparati due differenti tipi di conio: il primo tipoad alto rilievo” cioè con le figure maggiormente in rilievo sulla moneta e un secondo tipo con “il conio molto più piatto” e quindi con le figure meno in rilievo.

Questo tipo di moneta “20 Dollari S. Gaudens”  venne  coniata  fino al 1933.

Bisogna considerare che la numismatica americana  è particolarmente attenta alle conservazioni “immacolate”, e cioè  PREMIA  con valutazioni veramente da recordtutte quelle monete che non presentano il minimo difetto o la minima usura.

Per  fare un esempio:  moneta comune da 20 Dollari Saint – Gaudens,  1924  zecca di San Francisco (segno di zecca S);  ha una valutazione in conservazione splendida del tutto simile agli anni più comuni …. MA  in conservazione Fdc   raggiunge nei cataloghi americani una valutazione superiore ai  100.000,oo Euro di valore.

Esistono in circolazione alcune “annate” di 20 Dollari S. Gaudens  davvero  rare … Alcuni esempi di annate davvero “Top” le trovate indicate di seguito più in basso nell’ indice proseguendo la lettura.

20 Dollari S. Gaudens: Caratteristiche e valore

Peso della moneta:  33,436 grammi

Peso dell’ oro: 30,092 grammi

Diametro: 34 millimetri

Titolo: 21,6 carati (90,00 %)

Valore 20 Dollari S. Gaudens attuale:  €uro 1100/1200,oo  circa

*Valore in base al suo contenuto di oro fino.      

20 Dollari Saint  Gaudens – 1920

Moneta molto rara. Anno di emissione 1920;   segno di zecca lettera “S” che sta ad indicare la zecca della città di San Francisco. Seppur coniata in 558.000 esemplari ha una valutazione di mercato in “condizioni perfette” che supera i 300 Mila Euro di valore.

20 Dollari Saint  Gaudens – 1921

Stessa cosa si può dire del  20 Dollari 1921  senza segno di zecca ( che sta ad indicare la zecca della città di Philadelphia).   Coniato in 528.500 esemplari  sfiora in “perfetta conservazione”  il  “Milione di Euro” di valore !!!

20 Dollari Saint  Gaudens – 1927

Altra annata particolarmente rara e ricercata è il 1927 con segno di zecca “D” che sta ad indicare la zecca americana della città di Denver.  In conservazione “Fdc”,  questa moneta sfiora come valore (.. TENETEVI FORTE)  i  2 Milioni di Euro !!!

 

20 Dollari Saint  Gaudens – 1933

La maggior rarità  più celebrata per questo tipo di moneta è il “20 Dollari 1933” senza segno di zecca (… quindi coniato nella zecca della città di Philadelphia),  che conosciuto in soli 13 esemplari ( … di cui uno solo commercializzabile), in quanto gli altri 12 esemplari esistenti si trovano  TUTTI  in “raccolte pubbliche”  di  proprietà dello Stato Americano,  è quotato attualmente in “conservazione Fdc” … ben oltre il valore di  10 MILIONI DI EURO !!! 

Se non hai tempo a disposizione e non sai dove trovare informazioni precise sulle tue monete di valore ISCRIVITI al nostro servizio di News-Mail …E’ GRATUITO !!

Se hai bisogno di maggiori informazioni sulle tue monete di valore ISCRIVITI e compila il form di contatto che trovi QUI

Condividi sui Social...Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn

Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi